Mercoledì 1 febbraio alle ore 18 presso la libreria MelBooks di Ferrara Nicola Cavallini presenta il suo ultimo libro “L’energia del padre”, Edizioni SBC.

Il primo libro di Cavallini (“La testa fra le mani”) ha fatto un successo “carbonaro”, parla di un impiegato di banca che ne combina di cotte e di crude ed ha un finale drammatico e assurdo.

“L’energia del padre” invece è una storia che mette in scena l’incomunicabilità ed il mistero di una famiglia che adotta un bambino “particolare”. Nella storia aleggia un costante senso di minaccia, ma si respira anche un’aria di amore e misticismo.

“L’energia del padre” è la storia di una coppia “perfetta” per affrontare l’esperienza dell’adozione di un figlio. La madre adottiva, insegnante ammirata per le sue capacità d’integrazione delle differenze, non riesce però ad entrare in contatto affettivo col figlio, che manifesta, peraltro, problemi di comunicazione con il mondo. In questa battaglia viene lasciata sola dal marito, che precipita in un abisso esistenziale, nutrito dalla sua anomalia sessuale. Una tragica dimenticanza (di cui sono tristemente piene, a volte, le pagine di cronaca) inaugura un doloroso percorso di maturazione parallela dei genitori adottivi, che culmina in una metamorfosi della figura del padre. Il romanzo affronta temi di grande attualità quali l’autismo, la sindrome di Klinefelter, l’uso di farmaci e vaccini nell’infanzia, il fenomeno del blackout mentale. Nicola Cavallini è nato a Ferrara, dove vive, nel 1964. Ha pubblicato nel 2006 il romanzo “La testa fra le mani” che ha ottenuto subito un buon successo in libreria. Pagg 198 IBSN 9788863472370